Chi pretende la massima qualità dalla propria vettura esige il massimo anche dalle proprie destinazioni. Vi portiamo con noi lungo itinerari selezionati, in hotel esclusivi, ristoranti alla moda e musei particolari. In breve: nei posti imprescindibili.

 

 

Alla conquista dei fiordi della Norvegia occidentale

Un viaggio con Jaguar XF Sportbrake attraverso i fiordi della Norvegia occidentale.

Salite, discese e curve, per gli automobilisti il viaggio attraverso i fiordi occidentali è una vera delizia 

In alcuni punti del percorso, la distanza dalle profonde acque dei fiordi è di soli pochi metri

Le imponenti gole sono state scolpite dai ghiacciai migliaia di anni fa 

Acque limpidissime, aspre rocce e un verde intenso accompagnano il nostro viaggio attraverso i fiordi occidentali

Solo quando si è ai piedi di un fiordo è possibile capire perché questi capolavori della natura sono considerati tra i luoghi più spettacolari della Terra. Queste insenature che si sono formate nel corso di milioni di anni grazie al ritiro dei ghiacciai e che incantano persone provenienti da tutto il mondo, oltre ad essere di una bellezza mozzafiato, incutono anche un grande rispetto. Che ci si trovi nel punto più profondo o in quello più alto di un fiordo, non si può evitare di sentirsi piccoli come non mai. Nonostante ciò, l’aria pulita e il blu intenso dell’acqua sono piene di freschezza e riescono a trasmettere la sensazione di poter affrontare qualsiasi sfida. 

 

I fiordi della Norvegia occidentale: un paradiso per gli automobilisti

 

Anche quando cominciamo il nostro viaggio con Jaguar XF Sportbrake attraverso i fiordi della Norvegia occidentale fino alla strada Atlantica, non possiamo sentirci diversamente. La strada è un paradiso per gli automobilisti: una curva dopo l’altra e l’altitudine che aumenta e diminuisce in un batter d’occhio. Il paesaggio dei fiordi della Norvegia occidentale è assolutamente unico, caratterizzato da grandi dislivelli e da montagne le cui vette distano pochissimo dal livello del mare. Non a caso proprio qui si trovano i fiordi più belli del mondo. La natura incontaminata, tuttavia, impone all’uomo anche dei limiti. Per questo siamo ancora più stupiti, mentre procediamo in salita sulle curve dei passi con XF Sportbrake, nel vedere dall’alto le strade asfaltate serpeggiare tra le montagne.


Numerosi ponti collegano tra loro le profonde gole

Guardando verso valle dalla dorsale della montagna, lintreccio dei valichi si percepisce appena

Le piste di asfalto si inerpicano come dei serpenti lungo le ripide pareti dei fiordi

Unesperienza molto particolare per gli automobilisti è, con i suoi undici strettissimi tornanti, la Trollstigen, la strada dei troll. Allinizio del percorso, guardando dallalto verso il basso non si vedono altro che rocce, crepacci e zone aspre e incolte. Ma scendendo, al termine della strada si arriva ad una pianura verde e rigogliosa, su cui si gettano innumerevoli cascate grandi e piccole che presto diventano fiumi. Un panorama impressionante, che incontreremo più volte sulla nostra strada in direzione nord.

 

Da Trollstigen in cammino verso nord 

 

Si potrebbe supporre che viaggiare attraversando un paesaggio aspro e con moltissime curve possa essere faticoso, tuttavia è vero esattamente il contrario: il viaggio procede in modo armonioso e senza intoppi. E poiché la mattina presto il traffico è pressoché inesistente, cediamo alla tentazione di prendere le curve in modo per così dire più sportivo. Anche se non è permesso superare la velocità di 80 km/h, aumenta la sensazione emozionante di lanciarci con la nostra Jaguar su un circuito denso di curve. 

 

La vita nei fiordi è accompagnata da una leggerezza tale che le persone più impazienti potrebbero scambiare per lentezza. Ma anche lefficienza degli abitanti della Norvegia occidentale è impressionante, se si pensa che la natura ha messo loro, nel vero e proprio senso del termine, più di un bastone tra le ruote. Ciò nonostante, gli abitanti dei fiordi amano questo paesaggio scosceso e inclemente, di cui non potrebbero immaginare di fare a meno. Per cucinare utilizzano i prodotti regionali, ma non solo: si avvalgono anche delle particolarità geologiche dei fiordi per realizzare magnifici belvedere e autogrill che, nonostante i rigorosissimi requisiti di progettazione e design, riescono ad essere in perfetta armonia con la natura.


Vivere a contatto con la natura era anche il sogno di Monique, quando tre anni fa si è trasferita in Norvegia con il marito. La coppia, che proviene dall’Olanda, conduce un piccolo Bed and Breakfast nei pressi di Sandane. Quando facciamo a Monique qualche domanda sul paesaggio, questa signora solitamente riservata si illumina e racconta con entusiasmo della profondità dei fiordi, del freddo intenso dei fiumi di montagna e dello spettacolo naturale offerto in primavera dal paesaggio, quando si accende di colori e al termine dell’estate splende in tutte le sfumature dell’arancione e del giallo. Monique è molto felice di aver potuto realizzare il suo sogno di vivere a contatto con la natura nella Norvegia dei fiordi, e anche di avere la possibilità di andare a pescare tutti i giorni. All’inizio ha avuto qualche difficoltà solo con il buio della stagione fredda, ma anche per questo i Norvegesi hanno una soluzione: appendono le luci di Natale già in ottobre.

 

Dove la costa rocciosa incontra il fragoroso Oceano Atlantico

 

Arrivati sulla Strada Atlantica (Atlanterhavsvegen), nella parte nord-occidentale della Norvegia, si schiude davanti a noi un paesaggio completamente nuovo: il vento incessante e le aride rocce ci sono ancora, tuttavia il panorama diventa più pianeggiante e l’aria profuma di sale. Questa strada lunga 8.274 metri fa parte dei 18 itinerari turistici norvegesi e da Bud, a ovest, procede verso est in direzione di Kristiansund. Il cosiddetto “miracolo d’asfalto” è collegato da otto ponti che si snodano tra isole, montanti e bassi isolotti rocciosi, collegati tra loro da tratti piuttosto impegnativi. In alcuni punti sembra quasi che la strada sia sospesa sull’Atlantico, in altri sembra che si stagli dritta in cielo come un ottovolante. Se non si sapesse che la costa norvegese si estende per altri 2.000 km in direzione nord, questo luogo sarebbe la meta finale perfetta, e non solo per il nostro viaggio nei fiordi occidentali con XF Sportbrake.


Tornati a valle, lacqua limpida dei fiordi è ormai a portata di mano

Guidare Jaguar XF sulle ripide salite della Trollstigenè molto divertente

Durante tutto il viaggio, il paesaggio dei fiordi, di un verde intensissimo, è orlato da imponenti pareti rocciose 

Gli abitanti dei fiordi occidentali vivono in armonia con la natura. Le pecore e gli altri animali presenti sulle 
strade non sono certo un motivo per perdere la pazienza

I fiordi della Norvegia occidentale: alloggi e indirizzi

 

Casa vacanze Øverås 

Øverås

6470 Eresfjord

Norvegia

 

Dai rifugi di Øverås si può godere di una spettacolare vista panoramica sulle montagne. Jostein e Anna Margrete Øverås affittano le tre casette di legno a Eresfjord durante tutto l’anno, per questo si può decidere il periodo del soggiorno in base alle attività che si possono svolgere in ogni stagione. Per esempio è possibile esplorare i sentieri limitrofi, andare a pesca nel Eresfjord o nel lago Eikesdalsvatnet, o semplicemente godersi la tranquillità del posto.

 

L’hotel dal design paesaggistico Juvet

Alstad

6210 Valldal

Norvegia

www.juvet.com/en

 

Nel primo hotel d’Europa dal design paesaggistico, l’architettura moderna incontra uno scenario rurale idilliaco. Gli alloggi si trovano nella fattoria Burtigarden, nel villaggio di Ålstad, e sono costituiti da più di nove stanze diverse fra loro ma tutte capaci di offrire una straordinaria vista su un paesaggio caratterizzato da pini, betulle e spettacolari formazioni rocciose. Dormendo nel fienile, nel mulino o nel rustico, gli ospiti possono vivere in prima persona la vita di campagna.

 

Resort di montagna Myrkdalen

Klypeteigane 

5713 Vossestrand

Norvegia

www.myrkdalen.no/en

 

Zona sciistica ideale per tutta la famiglia Myrkdalen, è considerata la più grande della Norvegia occidentale e offre, oltre a parchi divertimento e alla possibilità di vivere avventure lontano dalle piste, straordinarie discese sia per gli sciatori principianti che per gli esperti di sport invernali. Chi non desidera trascorrere le proprie giornate sciistiche al Myrkdalen Hotel, può alloggiare in uno dei tanti appartamenti. 


Arrivati sulla Strada Atlantica, il paesaggio si apre e ci permette di ammirare tutta la vastità delloceano

 

I villaggi nei fiordi sono pittoreschi e allo stesso tempo accoglienti 

In autunno, nei fiordi occidentali la natura norvegese splende in tutta la sua forza cromatica

Hotel e ristorante Store Ringheim

Mølstervegen 44

5705 Voss

Norvegia

https://storeringheim.no/en

 

Chi desidera immergersi nella storia della Norvegia deve prenotare un soggiorno all’Hotel Store Ringheim. Questo rustico restaurato ospita un ristorante, dove è possibile organizzare conferenze, matrimoni ed eventi durante tutto il corso dell’anno. Ideale per le coppie, grazie alla stanza con il camino e alle romantiche passeggiate sulla spiaggia distante solo 18 minuti di cammino dall’albergo.

 

Hotel Røisheim

Sognefjellvegen

2687 Bøverdalen

Norvegia

www.roisheim.no/about-roisheim/

 

L’hotel boutique Røisheim si trova a soli 15 minuti di macchina da Lom. È allo stesso tempo una stazione di base per gli alpinisti e un alloggio molto popolare per chi viaggia tra la Norvegia orientale e quella occidentale. Questa fattoria storica nelle vicinanze del Parco nazionale di Jotunheimen risale al 18° secolo e oggi è composta da 14 edifici.

 

Hotel Union Øye

Norangdal 41 

6196 Norangsfjorden

Norvegia

www.unionoye.no/en

 

Dal 1891 l’Hotel Union Øye ospita scrittori, membri delle famiglie reali europee e compositori di musica classica. La squisita casa padronale è circondata da un’ampia tenuta e offre la possibilità di alloggiare in ambienti arredati con gusto, con letti a baldacchino e cibi preparati magistralmente.

 

 

Testo: Jelena Pecic  // Fotografia: Ansgar Sollmann

Mappa del sito