Sarai in ottima compagnia con consigli di guida degli esperti, informazioni sugli eventi, profili di persone interessanti e resoconti sugli incontri Jaguar di tutto il mondo. In altre parole, un pacchetto informativo completo.

 

 

Servito con un sorriso

Ogni anno, all’avvicinarsi di Wimbledon, Jaguar lancia una campagna che ha come protagonista la stella del tennis Andy Murray. Queste clip rivelano un lato spesso sconosciuto dell’ambasciatore del marchio britannico: sono divertenti e i loro protagonisti non si prendono troppo sul serio. Uno degli esempi migliori mostra Andy mentre cerca di servire una palla ad una collezione di Jaguar che sfrecciano davanti a lui a una velocità di oltre 257 km/h. È proprio la dose giusta di humor britannico.
Per scoprire di più sulla collaborazione tra Jaguar e Andy Murray abbiamo parlato con Jenny Smith, Manager della sponsorizzazione e delle partnership di Jaguar Land Rover. Da quattro anni Jenny gestisce le relazioni tra Jaguar Land Rover e Wimbledon ed è anche responsabile per gli ambasciatori del tennis.

Come si lavora con la star del tennis Andy Murray in questo tipo di campagne pubblicitarie?



Andy ha davvero un gran senso dell’umorismo. Apprezza tutto ciò che lo presenta in modo diverso rispetto a quello che si aspetterebbe la gente. E ha sempre voglia di provare cose nuove. Credo che si veda da come si diverte a girare gli spot.



Come vi vengono le idee?



Tutto comincia sempre con molte sedute di brain-storming creativi, che devono però sempre tenere in considerazione gli obiettivi che il marchio si è prefisso per quest’anno. Parte del processo è quella di decidere se vogliamo includere altri VIP, ad es. attori comici, e pensare a come potrebbero adattarsi all’interno di un progetto più ampio. In termini di location cerchiamo ovviamente di comprendere Wimbledon il più possibile, ma è bello includere altri posti speciali che si adattano alla nostra storia.



Quale è stata la campagna più divertente che avete prodotto?



Abbiamo amato affiancare a Andy l’attore comico Jimmy Carr perché ci sembrava facesse risaltare al meglio le qualità di Andy. Jimmy è un vero appassionato di tennis e questo si è notato anche negli scambi di battute tra i due. Andy era chiaramente rilassato mentre filmavamo ed era anche contento d’improvvisare. Un altro dei miei spot preferiti è quello in cui José Mourinho ‘ruba’ il trofeo di Wimbledon. Anche se è stato un peccato non essere riusciti a portarli nello stesso posto nello stesso momento per filmarli.



Quale campagna è piaciuta di più al pubblico?



Generalmente riceviamo un feedback davvero positivo per tutti i nostri lavori con Andy, ma la clip Feel Wimbledon - la campagna con Jimmy Carr come autista segreto - è stato probabilmente quella che ha riscosso il maggior successo.



Qual è stato il motivo per cui avete aggiunto un po’ di umorismo ad un avvenimento così tradizionale come Wimbledon?



A dir la verità Wimbledon ama sorridere di se stesso e questo approccio, se portato avanti correttamente, può conseguire risultati davvero importanti. L’anno scorso uno dei video più votati sui social è stato quello di un uomo lottava per indossare un poncho impermeabile per ripararsi dalla pioggia. L’hanno chiamato Uomo contro poncho: 5° set. E noi facciamo esattamente la stessa cosa, cercando di mostrare umorismo nelle nostre campagne - come José Mourinho che ruba il trofeo di Wimbledon ad Andy Murray - non è una cosa che ci si attenderebbe da Jaguar.



Cosa possono aspettarsi i fan di Jaguar, Wimbledon e Murray dalla campagna di quest’estate? Puoi darci un’idea?



Quest’anno ci concentriamo sul ritorno sul campo di Andy dopo il suo infortunio. Sarà al volante di una I-PACE nell’ambito del suo impegno per il World Earth Day. Vogliamo includere nella campagna anche tutti i tennisti nostri ambasciatori del tennis, concentrandoci sulla forza d’animo e sulla competitività.

 

 

 Testo: Jelena Pecic // Fotografia: Getty Images

 
 
Guarda le clip di Feel Wimbledon e Andy Murray Trophy Tour:

 

 

Mappa del sito